Altri Sport
 

A Catanzaro il “Gran trofeo d’Europa” di motocross

I re del motocross arrivano a Catanzaro. È un evento da non perdere il "Gran trofeo d'Europa" che si terrà a Giovino fra venerdì 1 e domenica 3 novembre. Con un ospite d'onore davvero eccezionale: il 9 volte campione del mondo Tony Cairoli. E un cast di stelle a sfidarsi sul circuito: Kevin Horgmo, Luke Burton, Valerio Lata, Rob Holyoake, Sean Simpson e gli italiani Manuel Iacopi ed Emilio Scutieri.
La gara, in programma domenica 3, è senz'altro il clou della manifestazione organizzata dal Motoclub "Catanzaro 3 Colli" e supportata dall'amministrazione comunale. Ma oltre alla corsa gli eventi collaterali in questo auto-motor show non si contano: gli stage di motocross per i ragazzini fra i 7 i 14 anni patrocinati e guidati da tecnici della Federazione motociclistica italiana e un concorso, "Colora il tuo casco", dedicato ai bambini fra i 2 e i 5 anni (venerdì 1); visite guidate al Parco della Biodiversità e nel centro storico della città; il raduno della Ducati con il recordman Paolo Pirozzi, in una delle sue tappe di preparazione del Giro del mondo; i raduni dei club Ferrari, Porsche, Alfa Romeo, 500, Vespa e delle auto d'epoca; il trofeo Ktm (sabato 2). E poi esposizioni e incontri con i piloti, 150 dei quali, provenienti da tutta Europa, si sono già iscritti per il Trofeo in palio domenica 3.
La ricaduta, d'immagine ed economica, per il capoluogo, sarà consistente. «Eventi di respiro nazionale e internazionale veicolati alla promozione del territorio sono ciò che il Comune stava cercando per creare le condizioni di aumentare gli investimenti in città", ha sottolineato l'assessore al Turismo, Alessandra Lobello, durante la presentazione dell'iniziativa avvenuta nella sala Concerti di Palazzo De Nobili. «Questa programmazione – ha aggiunto – è stata resa possibile grazie all'introduzione dell'imposta di soggiorno, misura condivisa con gli albergatori che intendo ringraziare apertamente, e ancora una volta, per aver dimostrato con i fatti di volere il bene e lo sviluppo della città. Con manifestazioni come questa cerchiamo di ampliare la vocazione turistica del capoluogo veicolandone un'immagine positiva all'estero». Sottolineando la collaborazione fra i settori Turismo e Sport dell'amministrazione Abramo («Un gioco di squadra iniziato da due anni e mezzo»), Lobello ha lasciato la parola al titolare della delega alla Sport, Domenico Cavallaro: «Il "Gran trofeo d'Europa" è un evento con evidenti ripercussioni su un territorio che ha bisogno di essere attrattivo per farsi conoscere e far conoscere i propri punti di forza e le proprie bellezze».

Sulla stessa lunghezza d'onda il presidente del Consiglio comunale, Marco Polimeni: «Investire nello sport è un traino per il turismo e la tre giorni in programma fra l'1 e il 3 novembre ne è la prova plastica. Sono annunciate tante presenze in un periodo in cui in genere non c'è una grande domanda dal punto di vista ricettivo, e questo risponde anche all'azione del Comune finalizzata a garantire, per tutto l'anno, iniziative di richiamo. Da tempo l'amministrazione ha intrapreso un percorso positivo che non può certamente bastare, ma che va incrementato e che sarà incrementato».
Il programma della tre giorni è stato illustrato da Loredana Grillo, una delle organizzatrici insieme a Rinaldo Tirotta (promotore), Aldo Felicetta (curatore della pista), Francesca Trapasso (presidente motoclub "3 Colli"), Luana Felicetta e Vincenzo Tirotta. «A Giovino verrà allestito un vero e proprio motor show all'aperto con tanti eventi collaterali e un clou, il Gran trofeo su sabbia, che torna in Calabria sei anni dopo l'ultima volta», ha evidenziato Grillo ringraziando il Comune per la collaborazione e il supporto concreto, «tutto realizzato grazie all'impegno di tantissimi appassionati».